Erotophophilia copertina .jpg

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

Il fumettista di dubbia abilità e certa scarsa fama, Francesco Ma- na, trasferitosi nel Chianti si lascia trascinare nella storia, ancora oggi irrisolta, che più di cinquant’anni prima aveva insanguinato i boschi collinari che circondano Firenze, e decide di sfidare se stesso scriven- do un libro. Mentre si immerge nell’oscurità della sua ricerca, av- volto dalla notte di una provincia dai segreti incestuosi e squallidi, frastornato dalla quantità di ma- teriale, dalla quantità e qualità dei protagonisti e della miriade di comparse che ruotano intorno alla vicenda, ingarbugliandola in una matassa impossibile da districare, qualcuno decide di aggiungere sulle spalle di Francesco un carico in più uccidendo le persone chegravitano intorno a lui e sfidando- lo a sorpassare i limiti tra il bene e il male.

Il fumettista di dubbia abilità e certa scarsa fama, Francesco Ma- na, trasferitosi nel Chianti si lascia trascinare nella storia, ancora oggi irrisolta, che più di cinquant’anni prima aveva insanguinato i boschi collinari che circondano Firenze, e decide di sfidare se stesso scriven- do un libro. Mentre si immerge nell’oscurità della sua ricerca, av- volto dalla notte di una provincia dai segreti incestuosi e squallidi, frastornato dalla quantità di ma- teriale, dalla quantità e qualità dei protagonisti e della miriade di comparse che ruotano intorno alla vicenda, ingarbugliandola in una matassa impossibile da districare, qualcuno decide di aggiungere sulle spalle di Francesco un carico in più uccidendo le persone chegravitano intorno a lui e sfidando- lo a sorpassare i limiti tra il bene e il male.

Il dossier si mescola con il giallo così come il presente si mescola con il passato.
Gli omicidi irrisolti, lasciano vaga- re gli assassini nei luoghi dei loro misfatti per sempre.

Jack camminerà per l’eternità nelle strade di Londra così come “Cicci” nelle campagne intorno a Firenze.

Il fumettista di dubbia abilità e certa scarsa fama, Francesco Ma- na, trasferitosi nel Chianti si lascia trascinare nella storia, ancora oggi irrisolta, che più di cinquant’anni prima aveva insanguinato i boschi collinari che circondano Firenze, e decide di sfidare se stesso scriven- do un libro. Mentre si immerge nell’oscurità della sua ricerca, av- volto dalla notte di una provincia dai segreti incestuosi e squallidi, frastornato dalla quantità di ma- teriale, dalla quantità e qualità dei protagonisti e della miriade di comparse che ruotano intorno alla vicenda, ingarbugliandola in una matassa impossibile da districare, qualcuno decide di aggiungere sulle spalle di Francesco un carico in più uccidendo le persone chegravitano intorno a lui e sfidando- lo a sorpassare i limiti tra il bene e il male.

Il dossier si mescola con il giallo così come il presente si mescola con il passato.
Gli omicidi irrisolti, lasciano vaga- re gli assassini nei luoghi dei loro misfatti per sempre.

Jack camminerà per l’eternità nelle strade di Londra così come “Cicci” nelle campagne intorno a Firenze.

Il dossier si mescola con il giallo così come il presente si mescola con il passato.
Gli omicidi irrisolti, lasciano vaga- re gli assassini nei luoghi dei loro misfatti per sempre.

Jack camminerà per l’eternità nelle strade di Londra così come “Cicci” nelle campagne intorno a Firenze.

Copertina Polimero.jpg

Questa è la storia di Paolo.

E' la storia dei suoi amori, delle sue lacerazioni, dell'asta attrazione devastante per una donna.

Una donna soltanto per lui, che pure è abituato a vederne molte attraverso l'obiettivo della macchina fotografica.

E' la storia delle sue fughe da luoghi che non riconosce più come familiari o più semplicemente da se stesso, alla continua e disperata ricerca di un nuovo io.

Ma questa è anche la storia di Nicole.

Una donna capace di provocare ferite, di annientare distruggere, con mani e dita perfette, la vita dell'uomo il cui destino si è incrociato col suo.

Oppure è la storia di Martina, Franziska, Monica, Giulia, donne diverse nei colori e nei pensieri, capaci tuttavia di formule comuni, di sofferenze e di gioie comuni ed anche di percorrere strade tutt'altro che comuni.

Ma soprattutto questa è la storia di un amore.

E a fare da cornice a questi mondi interiori e alle mille sfumaturedei sentimenti, ci sono i tanti letti sfatti, gli autobus su cui salire e da cui non voler più scendere, la melma stantia radicata negli anni, le province del cervello, le poltrone "gangliche", la macchina fotografica con cui fermare il tempo o il mondo tutto.

 

Riccardo Mari, con una rara capacità introspettiva, accompagna il lettore alla scoperta di mondi paralleli, fatti di amori profondi e laceranti, perfetti e devastanti, raccontando attraverso un doppio piano tra l'io narrante e una voce esterna un intreccio di immagini e parole al quale difficilmente si resterà indifferenti.Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.